Food & wine Volevo il dolce forno

Rame di Napoli, la ricetta del biscotto tipico catanese

Rame di Napoli

Si chiamano Rame di Napoli, sono biscotti morbidi al cioccolato, speziati e glassati tipici del Catanese dove si consumano tradizionalmente durante le Festività dei Morti. Se, quindi, non avete mai frequentato la città etnea tra ottobre e novembre non ne potete conoscere l’esistenza. Al contrario, se vi è capitato di passare qualche giorno a Catania in quel periodo difficilmente non sarete stati inebriati dal profumo di cioccolato e cannella che pervade ogni pasticceria e ogni panificio.

Per me sono una tentazione. E quando si avvicina il periodo dei Morti (a noi siciliani Halloween ci fa un baffo) non posso non mettermi in cucina, prepararli e sperare che non finiscano in un battibaleno.

Ecco la ricetta

Rame di Napoli

Rame di Napoli

500 gr di farina 00
200 gr di zucchero
150 gr di burro
300 ml di latte intero
90 gr di cacao in polvere
20 gr di miele d’arancia
2 gr di chiodi di garofano in polvere
4 gr di cannella
60 gr di marmellata di arancia
10 gr di ammoniaca per dolci (si può usare una bustina di lievito)
la scorza di un’arancia biologica  o con la scorza edibile (è bene controllare)

Per guarnire

200 gr di cioccolato fondente
50 gr di burro
granella di pistacchio.

Procedimento

– Sciogliere il burro a bagnomaria e aggiungere il miele.
– Sciogliere l’ammoniaca per dolci in poco latte tiepido (circa 30°) e aggiungerla a burro e miele.
– Aggiungere a filo il resto del latte a temperatura ambiente.
– Aggiungere lo zucchero.
– Setacciare insieme le polveri: farina, cacao, cannella, chiodi di garofano e lievito (nel caso in cui non abbiate utilizzato l’ammoniaca per dolci).
– Aggiungere le polveri setacciate al composto precedente e mescolate con un cucchiaio di legno (se usate l’impastatrice utilizzate la frusta a foglia o frusta piatta).
– Aggiungete la marmellata e la scorza grattugiata di un’arancia.
– Continuate a mescolare: otterrete un impasto denso e abbastanza appiccicoso.
– Copritelo e mettetelo in frigo almeno per 30′, ma potete tenerlo anche fino a 90′.
– Passato il tempo formate i biscotti con forma ovoidale o tonda e metteteli in una leccarda ricoperta da carta forno (tenete presente che in cottura ogni biscotto raddoppierà di volume, quindi distanziateli opportunamente. Io ne metto 9/12 a placca).
– Cuocete a 180° per 20′. Quando li sfornerete saranno ancora morbidi. Non vi preoccupate se si crepano in superficie.
– Metteteli a raffreddare su una gratella.
– Preparate la copertura facendo fondere a bagnomaria il cioccolato in pezzi insieme al burro e mescolando bene.
– Glassate i biscotti aiutandovi con una spatola e spolverate il centro del biscotto con granella di pistacchio facendola aderire.

Nota: per la glassa potete essere creativi e prepararla con cioccolato bianco o al latte. Si può spolverizzare anche con granella di nocciola.

Rame di Napoli, la ricetta del biscotto tipico catanese ultima modifica: 2020-10-30T00:50:39+01:00 da Mariella Caruso

Pubblicato il 30-10-2020  

Sull'autore

Mariella Caruso

Giornalista professionista per il settimanale Telesette, mamma e nonna. Vado in giro, incontro gente e qui racconto di me, del cibo che assaggio e cucino, della gente che incontro e della mia Sicilia

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.