persone sport

L’Ansa prevede… e l’Iran di Velasco perde con la Cina

Che gli sportivi siano scaramantici è una cosa risaputa. E i pallavolisti non fanno eccezione. Basta guardarli uno per uno quando vanno al turno di battuta e si potrebbe scrivere un catalogo.

Che non si parli di vittoria prima che questa arrivi è un assioma in qualunque sport. E’ negli annali la storpiatura di Giovanni Trapattoni, recentemente tradotta anche in inglese con evidente ilarità dall’interprete dell’attuale ct della nazionale irlandese: «Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco».

Chissà quindi cosa avrebbe potuto commentare il tecnico dell’Iran Julio Velasco, ex allenatore dell’Italia della ‘Generazione dei fenomeni’, se ieri avesse letto il servizio Ansa delle 15,31 dal titolo PALLAVOLO: WORLD CUP; ITALIA VINCE E TORNA A SPERARE 3-1 A SERBIA, ORA VIETATO DISTRARSI; VINCONO ANASTASI E VELASCO. Un riepologo della giornata di World Cup con presentazione della successiva, naturalmente in chiave azzurra.

Le ultime due frasi del servizio recitavano: «L’Iran di Julio Velasco ha vinto anche oggi, con l’Egitto, e lo farà anche domani con il fanalino di coda Cina. Se l’Italia perdesse, la supererebbe».

Chi di voi immaginava che l’Ansa, oltre ad essere un’agenzia di stampa, fosse specializzata anche in chiaroveggenza?

Peccato che, nelle prime del giorno di oggi, l’Iran di Julio Velasco, contro pronostico, ha perso 3-0 con il fanalino di coda Cina. Per fortuna (ma in quel caso era stato utilizzato propriamente il congiuntivo d’ordinanza) l’Italia ha vinto e, naturalmente, il sorpasso non c’è stato.

Resta sempre da sapere cosa ne pensa il divino Julio

About the author

Mariella Caruso

Leave a Comment